Pianificazione Della Carriera

Come affrontare quando i tuoi colleghi perdono il lavoro

Sindrome da sopravvissuto al licenziamento: i dipendenti possono provare senso di colpa, perdita e paura

Scrivania da ufficio con casella di posta traboccante

••• Fonte immagine/Getty Images



SommarioEspandereSommario

Sei triste, hai paura e sei preoccupato che il tuo lavoro possa essere il prossimo a finire. Sei anche sollevato, sei grato e ti senti in colpa per avere ancora un lavoro. Stai soffrendo per la perdita dei tuoi colleghi e, nonostante sia un sopravvissuto al ridimensionamento, ti senti anche un po' come una vittima. Potresti sperimentare la sindrome del sopravvissuto al licenziamento.

Benvenuto nel nuovo mondo di emozioni confuse mentre impari a far fronte alla perdita dei tuoi colleghi in un licenziamento.

Affronta i sentimenti prima di tutto durante i licenziamenti

Indipendentemente dal tuo rapporto con i tuoi colleghi licenziati, stai soffrendo. Provi un senso di tristezza e ti senti in colpa per essere sopravvissuto al licenziamento. Hai apprezzato i tuoi colleghi scomparsi che potrebbero aver condiviso lo spazio dell'ufficio, vissuto nel cubicolo accanto o ricoperto una posizione chiave in una squadra che guidi . Il tuo prezioso collega è scomparso e quell'insieme confuso di emozioni è reale. Il tuo lutto è normale. Un sopravvissuto al licenziamento può sperimentare la sindrome del sopravvissuto al licenziamento. Anche questo è normale.

Stai anche sperimentando un aumento del livello di stress relativo sia all'aumento del carico di lavoro che alla tua sfiducia nei confronti della gestione. A seconda di quanto rispettosamente sono stati gestiti i licenziamenti nella tua azienda, questa sfiducia potrebbe essere profonda. Le vittime di licenziamento mal trattate aggravano la sfiducia che i sopravvissuti portano nella loro compagnia.

L'ansia e la mancanza di motivazione accompagnano anche la perdita di colleghi in un licenziamento. La ricerca indica che molti dipendenti perfezionano i propri curriculum e iniziano una ricerca di lavoro. Queste azioni positive aiutano il sopravvissuto al ridimensionamento a sentirsi più in controllo della propria situazione, ma sono cattive notizie per l'azienda.

Alcuni degli attori chiave potrebbero decidere di non voler restare, in attesa della prossima cattiva notizia, in un ambiente di sfiducia, rabbia e insicurezza.

I colleghi licenziati sono una perdita per i sopravvissuti

I colleghi licenziati sono vissuti come una perdita dai sopravvissuti al licenziamento. Affrontare questa perdita è una questione di lasciar andare nel tempo e dopo aver attraversato fasi di dolore.

Molto è stato scritto sul processo per far fronte a una perdita. Alcuni ricercatori hanno diviso il dolore in fasi. Le fasi più comunemente citate, basate sul lavoro di Elisabeth Kubler-Ross, sono la negazione, la rabbia, la contrattazione, la depressione e l'accettazione. Sebbene le ricerche successive suggeriscano che il suo lavoro fosse imperfetto, le fasi costituiscono ancora una struttura utile per guardare al dolore.

Alcuni recenti lavori di ricerca suggeriscono inoltre che si tratta di compiti, piuttosto che di fasi. Tutti li attraversiamo in un ordine diverso e dobbiamo lavorarci sopra piuttosto che sperimentarli passivamente. La fase finale, l'accettazione, implica il lasciarsi andare e la disponibilità ad andare avanti.

Suggerimenti per affrontare quando i colleghi perdono il lavoro

La maggior parte della ricerca sulla risposta dei dipendenti al ridimensionamento si è concentrata sulle vittime del licenziamento; pochi studi si sono concentrati sulle persone sopravvissute al licenziamento. Ma questi suggerimenti ti aiuteranno con gli aspetti emotivi di far fronte alla perdita dei tuoi colleghi.

Riconosci che le tue emozioni sono legittime.

Il passare del tempo è necessario affinché l'intensità della tua attuale risposta emotiva si affievolisca. Nelle organizzazioni in cui i manager riconoscono e riconoscono questa componente emotiva in un ridimensionamento, i dipendenti tornano alla produttività molto prima.

Potrebbe essere necessario sperimentare le fasi.

Riconosci che potresti aver bisogno di sperimentare ciascuna delle fasi di perdita o alcune fasi del lutto come descritto negli studi rivoluzionari di Kubler-Ross sul lutto.

Cerca l'accesso al tuo supervisore o manager.

Supponendo che il tuo supervisore o un manager dell'azienda sia prontamente disponibile e percepito da te come preoccupato per i dipendenti e onesto, affidabile e competente, il tuo tempo con il tuo supervisore dovrebbe aiutarti a sentirti rassicurato.

Tentativo di ricreare i modelli quotidiani.

Dovrai provare a ricreare gli schemi quotidiani che hai sperimentato prima dei licenziamenti. Mentre molto tempo in un ufficio viene investito dai dipendenti per parlare della situazione dopo i licenziamenti, prima puoi ricreare i tuoi schemi precedenti, meglio è per la tua salute mentale.

Trattati con gentilezza.

Ora è il momento di mangiare una porzione del tuo comfort food preferito. Hai del cioccolato? Condividi con i colleghi. Porta in una casseruola o biscotti che i colleghi possono condividere. Porta offerte che ti facciano riunire in un gruppo con i colleghi rimanenti. Piccoli gesti significano molto nel posto di lavoro post-licenziamento.

Esprimi i tuoi sentimenti con i colleghi.

È probabile che i tuoi colleghi subiscano perdite proprio come te. Potete confortarvi a vicenda. Anche i tuoi altri significativi al di fuori del tuo posto di lavoro sono buone casse di risonanza.

Pensa ai tuoi colleghi che sono stati licenziati.

Prestare attenzione alle esigenze dei colleghi che sono stati licenziati . Questi sono i tuoi amici e anche loro stanno vivendo seri problemi di autostima e perdita. Così tante persone vincolano così tanto la loro identità e autostima a ciò che fanno per vivere che un licenziamento è un duro colpo per il loro senso di se stessi, la loro competenza e autostima.

Fai loro una gentilezza e anche tu ti sentirai meglio se continuerai il tuo appuntamento settimanale a pranzo con il tuo collega licenziato. Lascia che il tuo ex collega licenziato si sfoghi e ascolta per vedere come puoi dare supporto. A volte, l'ascolto attivo è tutto ciò di cui hanno bisogno.

Collega i tuoi ex colleghi alla tua rete.

Ti sentirai come se l'avessi fatto una missione e uno scopo proattivi quando colleghi i tuoi colleghi licenziati alle tue connessioni su Facebook, LinkedIn e gli altri social network online. Qualsiasi cosa tu possa fare per aiutarli a espandere le loro reti ed eseguire efficacemente una ricerca di lavoro sarà apprezzata dai tuoi amici.

Cerca la comunicazione dal tuo manager.

La comunicazione è fondamentale dopo un licenziamento. Ma ricorda che anche i quadri intermedi che generalmente comunicano stanno subendo perdite e preoccupazioni per il proprio lavoro. (Spesso i manager sono i primi ad essere licenziati.)

Se non ricevi la comunicazione di cui hai bisogno dal tuo manager, cercala facendo domande e trascorrendo del tempo con lui o lei. Cerca ciò di cui hai bisogno; non aspettare che la comunicazione fluisca verso il basso.

Avviare un comitato per il miglioramento del morale dei dipendenti.

Si spera che la tua organizzazione abbia riconosciuto l'importanza di valorizzare i dipendenti rimanenti . Ma, se le opportunità di ricompensa, riconoscimento e valutazione sembrano scarse, offriti volontario per dirigere un morale dei dipendenti Comitato.

Il comitato può fare molto per riportare il divertimento e la motivazione sul posto di lavoro dopo i licenziamenti. Pensa ai social del gelato, alle macchine per i popcorn e ai pranzi potluck; le attività non devono essere costose.

Cerca aiuto tramite un EAP.

Se stai facendo questi passi ma ti senti sempre più preoccupato e depresso, cerca l'assistenza di un professionista il tuo Piano di Assistenza ai Dipendenti (EAP) o usa la tua assicurazione privata per coprire la consulenza.

Gli aspetti emotivi di un licenziamento di un dipendente sono i più difficili da lenire, ma ci sono diversi risultati aggiuntivi dopo i licenziamenti che anche i sopravvissuti devono affrontare.

Passione, creatività e impegno dopo un licenziamento

Inizialmente, sono stati discussi gli aspetti emotivi della perdita dei colleghi in un licenziamento. Ecco ulteriori pensieri su come affrontare i problemi della sindrome del sopravvissuto al ridimensionamento.

Dopo un licenziamento dei dipendenti, sfruttare la passione, la creatività e l'impegno dei dipendenti rimanenti è fondamentale per un futuro di successo. Il tuo ruolo di sopravvissuto è quello di contribuire a garantire quel successo.

La tendenza dei dipendenti in un posto di lavoro dopo il licenziamento è quella di accovacciarsi per sfuggire al radar ed evitare di essere notati. Ostacola la creatività, l'assunzione di rischi e il movimento in avanti. Questo è esattamente l'opposto di ciò di cui la tua azienda ha bisogno ora.

Con meno dipendenti, un posto di lavoro più tranquillo e il trauma emotivo dei licenziamenti, è difficile radunare le truppe rimanenti per contribuire al livello necessario per evitare ulteriori licenziamenti. Questo è esattamente ciò che i dipendenti devono fare. Aumenta, aumenta la creatività, presta attenzione la missione e la visione dell'azienda e contribuisci con i tuoi migliori sforzi e idee.

Più lavoro rimane per i sopravvissuti al licenziamento

In un licenziamento, rimane più lavoro per i dipendenti che sopravvivono ai tagli. Le persone che sono state licenziate lasciano il loro intero lavoro per essere portato a termine da altri. È proprio così. Non riconoscerlo è come lo struzzo con la testa nella sabbia.

Nessuna quantità di nascondiglio farà scomparire questo fatto. L'approccio migliore per dividere il lavoro del collega scomparso è incontrarsi come una squadra o un gruppo di lavoro dipartimentale con il tuo manager per determinare cosa deve essere realizzato per i clienti.

Non puoi realizzare tutto ciò che il tuo collega stava contribuendo, quindi il tuo lavoro potrebbe cambiare sostanzialmente. Potrebbe essere necessario eliminare i componenti che non servono direttamente i clienti interni o esterni.

Un approccio, durante questa discussione, che enfatizzi il miglioramento continuo del processo servirà al meglio i sopravvissuti al licenziamento. Meno passaggi e meno tempo investito negli elementi rimanenti dei processi di lavoro dipartimentali semplificheranno il lavoro ed elimineranno i passaggi non necessari. Ma a volte è necessario di più.

Prendi in considerazione la ristrutturazione della tua organizzazione all'indomani dei licenziamenti

Portare a termine il lavoro può significare ristrutturare la tua organizzazione. Forse i piani iniziali di ristrutturazione sono stati fatti dal management prima dei licenziamenti. In effetti, questi piani spesso determinano chi viene licenziato.

In caso contrario, ora potrebbe essere il momento opportuno per determinare che pubblicità, marketing e pubbliche relazioni, ad esempio, appartengono allo stesso ombrello. Si spera che, nel tuo ruolo nella tua organizzazione, avrai l'opportunità di influenzare le parti del flusso di lavoro che influiscono sul tuo lavoro.

Se non ti viene chiesto dal tuo manager, chiedi di partecipare. È fondamentale per il tuo impegno e la tua motivazione mentre la tua organizzazione va avanti dai licenziamenti

Gli studi di Anne C. Erlebach, Norman E. Amundson, William A. Borgen e Sharalyn Jordan indicano che i colleghi in lutto sono stati rassicurati quando è stato loro permesso di partecipare al processo di ristrutturazione. Erano più impegnati nell'avanzamento dell'organizzazione verso un nuovo successo.

Lo stesso studio indicava che 'i sopravvissuti erano critici nei confronti di aspetti del processo che sembravano controproducenti, dispendiosi di risorse o ingiusti'. Fare della ristrutturazione e riorganizzazione una vittoria per tutti. Chiedi di essere parte del processo.

La linea di fondo

I licenziamenti non sono mai un'esperienza positiva. Perdi i tuoi cari colleghi, il tuo carico di lavoro può aumentare, la tensione è palpabile sul posto di lavoro e provi una serie di emozioni che sono dolorose e disorientanti. Si spera che queste idee ti aiutino a superare l'esperienza della sindrome del sopravvissuto al ridimensionamento.

Fonti dell'articolo

  1. 'Morte, morire e la qualità della vita.' 'Kubler-Ross e altri approcci.' Accesso il 31 dicembre 2019.

  2. 'Lo sviluppo della carriera trimestrale'. ' Sopravvissuti al ridimensionamento: esperienze utili e di ostacolo .' Accesso il 30 dicembre 2019.